Portafogli di criptovaluta spiegati

Portafogli di criptovaluta - Portafogli di criptovaluta spiegati

Un'applicazione software nota come portafoglio di criptovalute è responsabile della conservazione sicura delle chiavi pubbliche e private. Il portafoglio digitale si basa su queste coppie di chiavi, note anche come codici digitali sicuri, per interagire con una blockchain e fornire la possibilità di controllare il proprio saldo, trasferire e ricevere criptovalute e altro ancora. Si può pensare al portafoglio come a una filiale della banca locale o a un bancomat che consente di accedere al proprio denaro custodito all'interno della banca o della blockchain, nel caso delle criptovalute.

Tenete presente che la blockchain è un registro accessibile al pubblico e molto sicuro che registra e verifica tutte le transazioni di criptovalute. Poiché le criptovalute sono digitali e non tangibili, chi si avvicina a questo settore deve tenere presente che i portafogli di criptovalute non contengono monete vere e proprie.
Di seguito viene fornita un'altra illustrazione, nella speranza che chiarisca la precedente. Questa volta paragoniamo un portafoglio di criptovalute a qualcosa che probabilmente utilizzate regolarmente, ovvero la vostra e-mail.

Il portafoglio di criptovalute funziona in modo molto simile a un account di posta elettronica; tuttavia, sebbene si fornisca il proprio indirizzo e-mail, non si rivela la propria password. Si può pensare che le chiavi pubbliche siano analoghe al proprio indirizzo e-mail e che le chiavi private siano analoghe alla password che si usa per accedere al proprio account e-mail. Si fa qualcosa di molto simile al fornire il proprio indirizzo e-mail ai propri contatti per consentire loro di inviarvi messaggi, facendo in modo che essi vi forniscano l'indirizzo del vostro portafoglio per potervi pagare.

Se siete preoccupati di mantenere la sicurezza del vostro account di posta elettronica, non dovreste mai rivelare la password a nessuno. In modo analogo, se volete garantire la sicurezza delle monete memorizzate nel vostro portafoglio di criptovalute, non dovreste mai rivelare le chiavi private (o la password o la passphrase) del vostro portafoglio di criptovalute.

Come funzionano i portafogli di criptovalute?

Il portafoglio di criptovalute funge da collegamento tra l'utente e il mondo del denaro digitale, in particolare le blockchain. Vi garantisce l'accesso al vostro denaro digitale e vi permette di interagire con il libro mastro che tiene traccia di tutte le transazioni in criptovaluta.

Tutti i tipi di portafogli di criptovalute, compresi i portafogli Bitcoin, Ethereum e i portafogli standard, funzionano secondo gli stessi principi fondamentali, utilizzando un insieme di strumenti noti come chiavi. Tuttavia, così come non si tratta di portafogli veri e propri da portare con sé, nemmeno queste sono chiavi vere e proprie da trasportare con sé.

Ogni tecnica di archiviazione delle informazioni digitali è costituita da tre componenti: un indirizzo pubblico, una chiave pubblica e una chiave privata. Queste sono le chiavi del regno quando si tratta di tenere al sicuro il vostro Bitcoin e di effettuare transazioni online.

Cos'è un indirizzo pubblico?

Un indirizzo pubblico è un identificativo del vostro portafoglio di criptovalute visibile al pubblico. È la destinazione della valuta digitale di cui si acquista la proprietà. Quando si acquista una criptovaluta, il venditore trasmette un record di proprietà all'indirizzo pubblico fornito durante la transazione. Nella maggior parte dei casi, per completare una transazione viene richiesto di fornire il proprio indirizzo pubblico. Ciò è analogo al modo in cui si forniscono i dati del proprio BSB e del conto bancario per completare un trasferimento di denaro convenzionale tramite una banca.

Cos'è una chiave pubblica?

Esistono alcune somiglianze tra una chiave pubblica e un indirizzo pubblico, ma non sono la stessa cosa. La chiave pubblica è una chiave pubblica che convalida il fatto di essere il proprietario di un indirizzo pubblico in grado di inviare e ricevere criptovalute.

La chiave pubblica è un insieme di lettere e numeri generati a caso.

Un esempio di chiave pubblica potrebbe essere: 0x286717D6E417A7801d0ecED32d8b7Ff2241078d6.

Le chiavi pubbliche sono abbinate alla chiave privata tenuta all'interno del portafoglio crittografico, ma a differenza dei tradizionali dettagli bancari, queste chiavi non forniscono alcuna informazione sul proprietario del portafoglio.

Cos'è una chiave privata?

Per quanto riguarda i portafogli di criptovalute, la chiave privata può essere considerata una forma di password. È rivolta verso l'interno e consente agli utenti di accedere al proprio portafoglio di criptovalute per acquistare, vendere e monitorare la propria valuta digitale. Consideratela allo stesso modo in cui considerereste la password del vostro account di posta elettronica. È l'ingranaggio centrale del sistema di sicurezza della vostra moneta.

Quali tipi di portafogli di criptovalute sono disponibili?

Esiste una vasta scelta di portafogli per le criptovalute. Quello ideale per voi dipenderà dalla natura delle vostre transazioni tipiche e da quello che vi dà il massimo senso di sicurezza date le circostanze.

Esistono principalmente due tipi di portafogli: i portafogli a memoria calda (noti anche come portafogli digitali) e i portafogli a memoria fredda, noti anche come portafogli hardware (fisici). Quando si tratta di stabilire quale sia il portafoglio di criptovalute ideale per voi, non c'è sempre una risposta giusta o sbagliata, poiché sia i portafogli hardware che quelli software hanno i loro vantaggi e svantaggi.

Proteggere le criptovalute in vostro possesso non è mai stato così cruciale, vista la continua ascesa del settore delle criptovalute. Dodici anni dopo la creazione del più grande asset digitale del mondo, gli hacker di alto profilo sono ancora un problema, con attori ostili in grado di fuggire nella notte con milioni di dollari di profitti illeciti. Molte borse centralizzate, grazie al cielo, dispongono ora di piani assicurativi per tutelarsi da tali eventi e accantonano una parte dei loro ricavi nel caso in cui debbano risarcire i loro consumatori.

Cos'è lo stoccaggio a caldo?

L'hot storage è utilizzato per descrivere i portafogli di criptovalute connessi a Internet. Questi portafogli possono funzionare su una varietà di dispositivi, tra cui telefoni cellulari, tablet e desktop, e sono perfetti per mantenere una quantità limitata di beni digitali in un ambiente sicuro.

Anche se sono estremamente mobili e consentono di accedere ai propri beni digitali ovunque, i fondi conservati negli archivi a caldo possono essere vulnerabili se soggetti malintenzionati riescono a penetrare nel dispositivo in cui è memorizzato il portafoglio. Questo accade anche se i portafogli hot storage consentono di accedere ai propri beni digitali ovunque.

Le menzioni degne di nota tra i portafogli software disponibili sono Esodo, Atomico e Electrum.

Cos'è la conservazione a freddo?

Il cold storage, invece, non ha alcun tipo di connessione a Internet, a differenza dell'hot storage.
Nella maggior parte dei casi, un portafoglio freddo assume la forma di un oggetto fisico, come un pezzo di hardware di dimensioni ridotte e condensate.

Siete favorevoli a scrivere le vostre chiavi pubbliche e private su un foglio di carta (con estrema cautela)? Congratulazioni! Questo è un altro tipo di conservazione a freddo che può essere utilizzato. (Anche se questo elimina la possibilità che un hacker sia in grado di acquisire una chiave privata, introduce un nuovo rischio: che possiate smarrire il pezzo di carta, nel qual caso non avrete più accesso alle vostre criptovalute). Per questo motivo, è molto raro che gli individui conservino questo tipo di carta in casseforti e caveau - in pratica in qualsiasi luogo che sia bello e sicuro - con estrema cautela e attenzione ai dettagli.

Quando non vengono utilizzati, i portafogli bitcoin sono considerati cold storage se non sono collegati a Internet o ad altre reti non protette. Questo per dare un ulteriore livello di protezione oltre a quello fornito dai portafogli a caldo, più diffusi. I portafogli a caldo sono portafogli software salvati sul computer locale dell'utente o accessibili dai server di un fornitore di servizi attraverso un'interfaccia web.

I portafogli freddi sono utilizzati dai singoli utenti di criptovalute come metodo economico e relativamente semplice per isolare i propri fondi di criptovaluta dalla minaccia di hacking, phishing e altri vettori di attacco che possono portare alla perdita permanente delle monete. Gli utenti di criptovalute come Bitcoin e Ethereum utilizzano portafogli a freddo.

Sono ancora più richiesti dalle aziende che mantengono la custodia del contante dei loro clienti, come gli exchange di bitcoin, perché questo tipo di imprese sono più comuni. Detenendo in modo centralizzato le valute di decine o addirittura centinaia di migliaia di utenti, queste aziende diventano bersagli particolarmente appetibili per gli hacker. L'unico approccio garantito per proteggersi dagli attacchi è quello di separare fisicamente la maggior parte delle riserve da Internet.

La conservazione a freddo è disponibile in molte forme diverse, le due più popolari sono i portafogli di carta e di hardware.

Un foglio di carta su cui sono stati scritti l'indirizzo pubblico e la chiave privata del portafoglio costituisce un "portafoglio cartaceo". L'indirizzo pubblico è necessario per ricevere bitcoin, mentre la chiave privata è necessaria per recuperare i contanti precedentemente salvati e per trasferire criptovalute. Per comodità, i portafogli cartacei sono spesso dotati di codici QR che possono essere scansionati con la fotocamera di uno smartphone.

Un dispositivo elettronico noto come portafoglio hardware è un dispositivo a cui non è possibile accedere senza essere prima collegato fisicamente a un computer. Questi dispositivi possono variare da innovazioni amatoriali e artigianali a dispositivi di consumo disponibili per l'acquisto in commercio (tipicamente nella forma di una chiavetta o di un drive USB), fino a soluzioni proprietarie create da ingegneri professionisti specificamente per le esigenze di un cliente.

Gli esempi più diffusi sono il Ledger Nano e il Trezor.

Libro mastro produce portafogli per la conservazione a freddo progettati per gli utenti che vogliono una maggiore sicurezza. I loro portafogli sono un dispositivo fisico che si collega al tuo computer. Solo quando il dispositivo è collegato puoi inviare Bitcoin da esso. Libro mastro offre una varietà di prodotti, come il Ledger Nano S e il Ledger Nano X (un portafoglio hardware collegato al bluetooth).

Trezor è un'azienda di portafogli hardware all'avanguardia. La combinazione di sicurezza di classe mondiale con un'interfaccia intuitiva e la compatibilità con altri portafogli desktop, lo rende ideale sia per i principianti che per gli esperti. L'azienda ha guadagnato molto del rispetto della comunità Bitcoin nel corso degli anni. Trezor offre due modelli principali - il Trezor One e il Trezor Model T (che ha un touch screen integrato).

Altri tipi di portafogli freddi, meno popolari, includono le smart card e persino i portafogli sonori, che conservano le chiavi private sotto forma di audio su CD o dischi in vinile.

Stoccaggio a caldo e stoccaggio a freddo: I pro e i contro

Sia i portafogli a caldo che quelli a freddo presentano una serie di vantaggi e svantaggi specifici, proprio come ogni altra cosa.

Se vogliamo essere competitivi, i portafogli hot sono in vantaggio perché sono incredibilmente semplici da usare. Essendo già collegati a Internet, rappresentano un metodo semplice per accedere alle criptovalute. Non è raro che siano gratuiti e non è difficile trovare un portafoglio adatto a qualsiasi criptovaluta. I portafogli freddi, invece, sono abbastanza piccoli da stare in tasca e possono essere collegati al computer tramite una porta USB, in modo da poter eseguire operazioni come l'aggiornamento del software del portafoglio. (D'altra parte, molti ritengono che ciò implichi che questi gadget, a un certo punto, si connetteranno a Internet).

Tuttavia, livelli di protezione molto più elevati sono la ragione principale della crescente popolarità dei portafogli a freddo.
In parole povere, i portafogli hot sono particolarmente suscettibili di essere violati. Gli hacker hanno fatto ricorso a metodi più complessi per colpire le vittime, nonostante la maggior parte dei provider disponga di solide misure di sicurezza per offrire una protezione aggiuntiva. In alcuni casi, i truffatori hanno creato aziende che danno l'impressione di essere reali per ottenere la fiducia di qualcuno e l'accesso al suo computer.

La difficoltà principale associata ai portafogli a freddo può essere suddivisa in due parti. In primo luogo, è necessario sborsare un po' di denaro per ottenerne uno, che in genere costa tra $60 e $170, e poi è necessario un certo livello di competenza tecnica per poterlo installare correttamente.

I conti detenuti sugli exchange di criptovalute possono essere considerati "portafogli caldi", ma il livello di protezione offerto varia in modo significativo da una piattaforma all'altra. Gli exchange più noti e affermati spesso adottano misure di sicurezza più rigorose e detengono la stragrande maggioranza degli asset in gestione in portafogli a freddo. Esse mantengono solo una piccola parte degli asset nei portafogli a caldo, in modo che gli utenti possano accedere più facilmente ai loro asset.

Hack famosi che coinvolgono i portafogli caldi

Non deve sorprendere che i portafogli hot siano stati oggetto di una serie di hack degni di nota, dato che l'uso di un portafoglio hot è più rischioso di quello di un portafoglio cold per conservare criptovalute.

Nel settembre del 2020, KuCoin è stato oggetto di un significativo attacco di hacking, durante il quale i criminali informatici hanno sottratto il denaro dai portafogli Bitcoin, Ether e ERC-20 hot dell'exchange. Inizialmente si pensava che fossero stati sottratti solo $150 milioni, ma in seguito è emerso chiaramente che la somma effettivamente sottratta era più vicina a $280 milioni. Fortunatamente, grazie al "monitoraggio della catena", agli "aggiornamenti dei contratti" e al "recupero giudiziario", almeno 84% di queste somme sono state recuperate in un secondo momento.

Anche l'exchange di criptovalute Bitpoint, di proprietà della società giapponese Remixpoint, ha subito un hackeraggio del suo hot wallet nel luglio di quest'anno. L'ammontare del danno è stato stimato in 32 milioni di dollari, pari a circa un quinto degli asset gestiti dalla piattaforma. Tra i beni sequestrati figurano diverse criptovalute, tra cui Litecoin, Ether, Bitcoin e Ripple. È istruttivo notare che i portafogli a freddo dell'azienda non sono stati toccati da quanto accaduto. Tuttavia, anche i portafogli freddi corrono il rischio di essere violati in determinate circostanze, ma non nello stesso modo in cui i portafogli caldi sono suscettibili di attacco. Ledger, un fornitore di cold wallet, è stato vittima di una violazione nel dicembre 2020; tuttavia, non sono stati sottratti i beni degli utenti, bensì le informazioni dei clienti. Oltre 272.000 clienti di Ledger hanno visto trapelare online i loro nomi, indirizzi postali e numeri di telefono da parte degli hacker, rendendoli suscettibili di attacchi di phishing e altre strategie ingannevoli per ottenere l'accesso alle loro criptovalute in cold storage. Ledger si è scusata con i suoi clienti e sta lavorando per ripristinare la loro privacy.

L'evento di Ledger ha dimostrato che i possessori di criptovalute devono stare sempre all'erta e adottare le migliori pratiche per la conservazione sicura delle criptovalute. Sebbene questo particolare "hack" di un portafoglio freddo sia piuttosto raro, si è comunque verificato.

Come faccio a decidere quale portafoglio usare?

Decidere quale tipo di portafoglio utilizzare dipende da una serie di fattori, tra cui:

  • Quanto spesso fai trading. In generale, i portafogli caldi sono migliori per i trader di criptovalute più attivi. La capacità di accesso rapido significa che sei solo a pochi click e tap di distanza dal comprare e vendere criptovalute. I portafogli freddi sono più adatti a coloro che cercano di fare scambi meno frequenti. 
  • Cosa vuoi scambiare. Come detto prima, non tutti i portafogli supportano tutti i tipi di criptovalute. Tuttavia, alcuni dei migliori portafogli di criptovalute hanno il potere di scambiare centinaia di valute diverse, fornendo più di un'esperienza unica per tutti.
  • La vostra tranquillità. Per coloro che sono preoccupati per l'hacking, avere un portafoglio freddo fisico conservato in una cassetta di sicurezza in banca o da qualche parte a casa, fornisce l'opzione più sicura. Altri potrebbero essere fiduciosi nella loro capacità di tenere i loro portafogli caldi al sicuro.
  • Quanto costa. È importante indagare i costi associati ad ogni portafoglio. Molti portafogli caldi saranno gratuiti da impostare, ma addebitano una tassa ogni volta che si scambia. Nel frattempo, i portafogli freddi, come qualsiasi pezzo di hardware, costeranno denaro per l'acquisto.
  • Cosa può fare. Mentre le basi di ogni portafoglio di criptovalute sono le stesse, le caratteristiche aggiuntive possono aiutare a distinguerli. Questo è particolarmente vero per i portafogli caldi, molti dei quali sono dotati di funzioni di reporting avanzate, approfondimenti sul mercato delle criptovalutela capacità di convertire le criptovalute e altro ancora. Anche le caratteristiche di sicurezza possono essere un buon elemento di differenziazione.

Come si imposta un portafoglio Metamask?

MetaMask

Ecco come puoi impostare un portafoglio caldo usando MetaMask (web):

  • Installare MetaMask per il tuo browser web.
  • Clicca sull'icona MetaMask e clicca su Get Started.
  • Seleziona "Crea un portafoglio".
  • Creare una password per MetaMask.
  • Scrivi la tua frase di partenza e conservala in un posto sicuro.

Un breve riassunto

Investire in un deposito a freddo potrebbe essere vantaggioso se si desidera scambiare quantità maggiori di criptovalute in futuro. Prima di procedere, è essenziale studiare e valutare i vantaggi e gli svantaggi di una serie di articoli disponibili sul mercato.

Un altro consiglio importante è quello di fare una ricerca significativa sui protocolli di sicurezza seguiti dagli exchange di criptovalute. Non dovreste sorprendervi se la maggior parte delle attività gestite da queste piattaforme sono conservate in un luogo sicuro, poiché questa è la prassi standard per queste piattaforme.

Binance 10 - Portafogli di criptovaluta spiegati
Ultimo aggiornamento Aug 16, 2022

Condividi questa pagina:

Binance 10% Offerta

Ultimi messaggi

Che cos'è il Metaverso?

Che cos'è il Metaverso?

Che cos'è il metaverso? Il metaverso è uno spazio collettivo virtuale condiviso, creato dalla convergenza di reale e virtuale. È un concetto che è stato esplorato nella fantascienza per molti anni, ma sta diventando sempre più rilevante...

Come acquistare Kromatika (KROM)

Come acquistare Kromatika (KROM)

Come acquistare l'Kromatika (KROM)? Una domanda comune che si vede spesso sui social media da parte dei principianti della criptovaluta è "Dove posso acquistare l'Kromatika?". Sarete felici di sapere che si tratta di un processo piuttosto semplice e diretto. Passo 1: creare un conto...

Come acquistare Hooked Protocol (HOOK)

Come acquistare Hooked Protocol (HOOK)

Come acquistare l'Hooked Protocol (HOOK)? Una domanda comune che si vede spesso sui social media da parte dei principianti della criptovaluta è "Dove posso acquistare l'Hooked Protocol?". Sarete felici di sapere che si tratta di un processo piuttosto semplice e diretto. Passo 1:...

Come acquistare Edoverse (ZENI)

Come acquistare Edoverse (ZENI)

Come acquistare l'Edoverse (ZENI)? Una domanda comune che si vede spesso sui social media da parte dei principianti della criptovaluta è "Dove posso acquistare l'Edoverse?". Sarete felici di sapere che si tratta di un processo piuttosto semplice e diretto. Passo 1: creare un conto...

Come acquistare MetaRuffy

Come acquistare MetaRuffy

Come acquistare l'MetaRuffy (MR)? Una domanda comune che si vede spesso sui social media da parte dei principianti della criptovaluta è "Dove posso acquistare l'MetaRuffy?". Sarete felici di sapere che si tratta di un processo piuttosto semplice e diretto. Passo 1: creare un conto...

Top Rated Exchanges

Top Rated Brokers

Portafogli più votati

Ultime recensioni

Recensione di MoonXBT

Recensione di MoonXBT

MoonXBT Recensione 2022Riassunto MoonXBT è una piattaforma di trading che mira a portare i vostri investimenti sulla luna con i mezzi innovativi del social trading. MoonXBT ha sede nelle Isole Cayman e ha uffici in tutta l'Asia orientale e...

Recensione PrimeXBT

Recensione PrimeXBT

PrimeXBT Review 2022 PrimeXBT Review Summary Lo scambio di criptovalute PrimeXBT è una piattaforma di trading one-stop-shop che supporta il trading di criptovalute, la maggior parte dei principali indici azionari, materie prime e valute estere. Sono diventati rapidamente...

MEXC 10% Sconto sulla tassa di negoziazione

Mettilo su Pinterest